Indagine sul settore vinicolo

Indagine annuale sulle società italiane ed estere del settore vinicolo (aprile 2018)

L’indagine si articola in due sezioni. La prima riguarda 155 principali società di capitali italiane operanti nel settore vinicolo che nel 2016 hanno fatturato più di 25 milioni di euro, i cui bilanci sono stati aggregati per il periodo 2012-2016. Si tratta di aziende specializzate, spesso operanti su più regioni. Sono state escluse le imprese che, pur gestendo attività vinicole rilevanti a livello nazionale, realizzano il proprio volume d’affari prevalentemente con altri prodotti. Ove disponibile è stato privilegiato il dato consolidato. Compongono l’aggregato 49 cooperative (incluse cinque società per azioni o a responsabilità limitata controllate da una o più cooperative), 94 S.p.A. e s.r.l. a controllo italiano e 12 a controllo estero. L’aggregato ha espresso nel 2016 un fatturato pari a 7,2 miliardi; sulla base degli ultimi dati di settore resi disponibili dall'Istat, il tasso di rappresentatività delle 155 aziende, nel 2015, risulta pari al 76,7% in termini di fatturato (su circa 9 miliardi di euro) e al 68,2% in termini di addetti (su 19.250 occupati). Le evidenze economico-finanziarie sono state integrate con interviste alle imprese volte a valutare i dati pre-consuntivi del 2017, le attese sulle vendite per il 2018 e alcuni aspetti della struttura commerciale. La seconda sezione contiene due capitoli. Il primo analizza l’aggregato 2012-2016 delle 15 maggiori imprese internazionali quotate con fatturato superiore a 150 milioni di euro che ha segnato nel 2016 ricavi pari a 13,8 miliardi di euro. Il secondo capitolo illustra la dinamica tra 2001 e 2018 (metà marzo) dell’indice mondiale di Borsa delle imprese vinicole quotate; esso comprende 50 società con titoli trattati in 22 Borse, la cui capitalizzazione, alla data terminale, era pari a 57,6 miliardi di euro.

Il testo dell'indagine è disponibile per il download.

Indice mondiale dei prezzi delle azioni vinicole
ISSN 1825 - 1250
Si tratta di un indice realizzato nel 2004 che copre le società vinicole quotate nelle borse internazionali. Sono disponibili per il download la serie storica dell'indice (base gennaio 2001) aggiornata a marzo 2017, la metodologia e le slides utilizzate nella presentazione presso l'Università di Firenze il 2 dicembre 2004.


F.A.Q. - Domande frequenti

Qual è l'obiettivo di questa ricerca?

Si tratta di un'indagine annuale sulle principali società vinicole italiane che ha lo scopo di metterne in evidenza le principali tendenze gestionali e patrimoniali. Lo studio si riferisce ad aziende specializzate, spesso operanti su più regioni. Sono state escluse le imprese che, pur essendo importanti produttrici a livello nazionale, realizzano il loro volume d’affari prevalentemente con altri prodotti. Per la raccolta dei dati e per una corretta elaborazione si ricorre alla collaborazione delle stesse imprese.

Quando è iniziata?

La ricerca ha avuto origine nel 2000. Nel 2004 è stato ideato un indice mondiale delle società vinicole quotate.

In che cosa consiste il materiale pubblicato?

La ricerca prevede la pubblicazione su internet di un rapporto costituito da aggregati economico-finanziari ricavati dalla rielaborazione dei dati di bilancio, da indicazioni di natura gestionale desunte da interviste mirate agli imprenditori, dal commento sulle principali tendenze espresse dai dati e dalle informazioni raccolte, nonché, dall’edizione 2005, da un approfondimento delle performance borsistiche delle società vinicole quotate nel mondo mediante l’aggiornamento dell’indice mondiale delle società vinicole predisposto dall’Ufficio Studi nel dicembre 2004.

Quale grado di rappresentatività si deve attribuire a questa indagine?

L'indagine è rappresentativa dell'andamento delle principali imprese italiane operanti nel settore vinicolo; si può valutare che coprono il 76,7% del fatturato (su dato Istat 2015) ed il 68,2% in termini di addetti nel 2015.

Si possono avere maggiori dettagli sulla composizione degli aggregati?

No. La ricerca non prevede la diffusione di dati sulle singole imprese costituenti gli aggregati oggetto di pubblicazione.

Qual è la metodologia di riclassifica dei dati di bilancio?

E' la stessa usata per i "Dati cumulativi di società italiane" ai quali si rimanda.

E' possibile consultare le precedenti edizioni?

Le precedenti edizioni possono essere richieste all'Ufficio Studi di Mediobanca, anche per e-mail.

Vi sono recensioni recenti dello studio?

L'edizione più recente è stata presentata il 12 aprile 2018. I principali quotidiani hanno pubblicato commenti e recensioni il giorno successivo.

Vi sono opere che commentano o utilizzano i dati di questo studio?

Si citano, tra gli altri:
 
S. Cordero di Montezemolo, I profili finanziari delle società vinicole; Firenze University Press, 2005. 
 
L. Baldi, M. Peri, D. Vandone, Is wine a financial parachute?, W.P. 2010-01, Dipartimento di Scienze Economiche Aziendali e Statistiche, Università degli Studi di Milano.

Download

Indagine sul settore vinicolo

Indice mondiale delle azioni vinicole

Presentazioni e convegni

Newsletter

Email:

CAPTCHA
Questa domanda è per testare se sei un visitatore umano e per prevenire lo spam.
1 + 8 =
Risolvi questo semplice problema matematico e inserisci il risultato. Ad esempio per 1 + 3, inserisci 4.
Loading please wait...