Le principali societa' italiane

Graduatoria aggiornata annualmente delle principali società italiane (ottobre 2016)

Graduatoria delle principali società italiane (1044 gruppi e 2534 imprese) operanti nei seguenti settori: industria, commercio, finanza, leasing, factoring, banche, assicurazioni. I dati si riferiscono agli esercizi 2014 e 2015. È disponibile per il downloading l'elenco delle imprese più dinamiche in termini di incremento del fatturato con tassi di profitto pari al 4% almeno del giro d'affari.

Nell'industria e nei servizi l'indagine considera le società italiane che hanno raggiunto nell'ultimo esercizio un fatturato di almeno 50 milioni di euro. Le aziende non ancora inserite nell'indagine che desiderano essere prese in considerazione possono inviare gli ultimi due bilanci a: Mediobanca Ufficio Studi - Foro Buonaparte, 10 - 20121 Milano; per ulteriori dettagli e chiarimenti si prega contattare i nostri uffici al numero 02-8829.718.

Questa indagine rappresenta la base per l'estrazione delle società selezionate per le imprese dinamiche.

L'indagine è disponibile gratuitamente in formato telematico (donwload). 


F.A.Q. - Domande frequenti

Qual è l'obiettivo di questo studio?

Lo studio ha lo scopo di mettere a disposizione del pubblico alcuni dati di bilancio delle principali società italiane. Queste sono riesposte in graduatorie stilate sulla base di parametri distinti per settore (fatturato per le imprese industriali e commerciali, valore dei beni in locazione per il leasing, valore dei crediti finanziari per factoring e credito al consumo, depositi da clientela per le banche e premi per le compagnie di assicurazione). Per ogni impresa si riportano alcuni dati di conto economico e di stato patrimoniale degli ultimi due esercizi.

Quando è iniziato?

La prima elaborazione risale al 1966.

Sono comprese aziende di piccole dimensioni?

L'indagine comprende le imprese che raggiungono le seguenti soglie: un fatturato di 50 milioni di euro per le imprese industriali e commerciali, investimenti e patrimonio pari a 12,5 milioni per le finanziarie di partecipazione, margine di intermediazione di almeno 1 milione per le finanziarie, valore degli attivi per locazioni di almeno 30 milioni per il leasing, crediti finanziari per almeno 7,5 milioni per il factoring e credito al consumo, totale attivo tangibile di 50 milioni per le banche, premi per almeno 10 milioni per le compagnie di assicurazione.

Come vengono considerati i gruppi di imprese?

Lo studio riporta dati di bilancio consolidato e, nel caso siano rilevanti, quelli relativi alle principali società consolidate.

E' possibile consultare le precedenti edizioni?

Le precedenti edizioni possono essere consultate presso la sede dell'Ufficio Studi di Mediobanca a Milano, previo appuntamento telefonico. E' utile considerare che le biblioteche delle Facoltà di Economia delle principali Università italiane ne sono generalmente provviste.
Una versione elettronica è liberamente scaricabile nella Sezione Archivio Storico "Vincenzo Maranghi".

Vi sono recensioni recenti dello studio?

L'edizione più recente è stata presentata il 25 ottobre 2016. I principali quotidiani hanno pubblicato commenti e recensioni il giorno successivo.

Vi sono opere che commentano o utilizzano i dati di questo studio?

Si citano:
G. Pivato, Nuove vie per l'informazione qualificata; 1987; Università Bocconi, Dipartimento di Economia aziendale, Giuffrè.
F.C. - Giorgio Galeazzi, Valore delle imprese, liquidità e investimenti fissi: esperienza recente nel settore industriale italiano; Rivista di Politica Economica; luglio 1994.
R. Gallo, Manuale di Finanza industriale; 2001; Giuffrè.
Franco Amatori - Andrea Colli, Impresa e industria in Italia dall'Unità a oggi; 1999; Marsilio.
R. E. Carpenter e L. Rondi, "Italian Corporate Governance , Investment and Finance"; 2000; Working Paper Ceris-CNR.
A. Colli, Il quarto capitalismo; 2002; Marsilio.
G. Becattini-F.Coltorti, Aree di grande impresa ed aree distrettuali nello sviluppo post-bellico dell'Italia: un'esplorazione preliminare; Rivista Italiana degli Economisti, Supplemento, n. 1-2004.
R. Cafferata (curatore), AIDEA, Finanza e industria in Italia; Il Mulino 2007 (pp. 11-21).
G. Barbaresco, Le società controllate dai comuni italiani; attività, performance e governance; Economia e Politica Industriale n. 4-2008.
G. Barbaresco, Le società controllate dai maggiori comuni italiani: qualità ed efficienza nella fornitura dei servizi; Economia e Politica Industriale, n. 2-2009.

Vi sono studi simili in Italia?

L'indagine Mediobanca rappresenta la più autorevole classifica delle società italiane.

Vi sono indagini simili all'estero?

Si. Le più significative sono quelle curate dai periodici "Fortune" e "The Banker".


Download

Ultima edizione

Imprese dinamiche

Focus comparativo sulle Banche Popolari Italiane

Focus sul sistema bancario italiano

Newsletter

Email:

CAPTCHA
Questa domanda è per testare se sei un visitatore umano e per prevenire lo spam.
9 + 3 =
Risolvi questo semplice problema matematico e inserisci il risultato. Ad esempio per 1 + 3, inserisci 4.
Loading please wait...